Dalla prossima primavera telefonare dall’estero non sarà più un problema. Il sovraprezzo del roaming sarà ridotto gradualmente fino ad estinguersi del tutto.

La decisione è arrivata dalla Commissione europea dopo le continue denunce dei consumatori. L’intesa è stata raggiunta con i carrier. Dal 30 aprile 2016 il primo taglio alle tariffe a chi telefona o naviga all’estero: si pagherà fino ad un massimo di 0,05 euro al minuto, 0,02 sms e 0.05 per ogni megabyte.

Il secondo passaggio è previsto per il 30 giugno 2017 quando i costi del roaming saranno completamente eliminati.

L’altra novità è rappresentata dalla net neutrality, non ci saranno più discriminanze tra cittadini di serie A e serie B da parte dei fornitori di servizi internet. Di conseguenza non sarà più rallentata volutamente la velocità di connessione sulla base di accordi commerciali. L’unica eccezione riguarderà la presenza di cyberattacchi e traffico congestionato.

Commissione Europea,